vai ai contenuti

Provincia di Mantova - Portale sul Turismo a Mantova

Home | Rubriche | Crea il tuo viaggio | Cosa Fare | Vivere Mantova Dimensione Carattere: A | A | A
Home   >   Città

Ricerca

Data
Date
Date

Comunica con noi


Call center tel. +39 0376 432 432


info@turismo.mantova.it



Seguici su ...

Visit Mantova

HTML 4.01 Strict Valido!   CSS Valido!   Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4-2004, della verifica tecnica di accessibilita'.

Goito

stemma comune di Goito

Importante snodo viario, posta sulla riva del fiume Mincio, per la sua particolare posizione strategica, a meta strada fra Mantova e Brescia e il Lago di Garda, ha sempre rappresentato il confine settentrionale del contado mantovano. Il termine Goito deriva dalla popolazione barbarica dei Goti, che nel V secolo costruirono qui una fortezza (Castum Godii). Era un punto di attraversamento del fiume Mincio, quindi strategicamente importante. Fu insediamento franco e longobardo prima e dopo il periodo comunale, anche Goito venne assoggettata al dominio dei Gonzaga. I Signori di Mantova soggiornavano spesso nella loro residenza goitese, dove aveva lavorato lo stesso Andrea Mantegna. Dalla citta, raggiungevano Goito per via d’acqua, lungo il Naviglio, importante opera idraulica che avevano fatto costruire. Con il declino della dinastia gonzaghesca, come per tutto il mantovano, iniziarono tempi difficili. Goito e anche noto per la battaglia dell’8 Aprile 1848, durante la Prima Guerra d’Indipendenza, quando i Bersaglieri (fecero la loro prima comparsa nella storia proprio in questa epica battaglia), coraggiosamente, riconquistarono il ponte sul Mincio, respingendo gli Austriaci oltre il fiume. Vi nacque anche il famoso trovare medioevale Sordello da Goito (1200 – 1273) ricordato anche da Dante nella Divina Commedia. Solo una torre rimane oggi a testimonianza del passato piu lontano quando Goito fu un importante Fortezza.La chiesa parrocchiale risale al 1729, progettata dal ticinese Giovanni Maria Borsetto. Al suo interno, dipinti pregevoli di Giuseppe Bazzani, Domenico Fetti, Francesco Borgani. Si segnalano anche le due imponenti Ville: quella d`Arco del `700 e quella della Giraffa ricavata da un antico convento.


Informazioni

 
 
 
Distanza capoluogo (km): 15
Distanza autostrada A22 (km): 16
Distanza ferrovia Mantova (km): 15

Ricerca Alloggi

 
 

Mappa

Home | Ricerca | Cookie Policy | Contatti | Come Arrivare | Numeri utili | Accessibilità | MANTOVA, ... da amare, da scoprire!