vai ai contenuti

Provincia di Mantova - Portale sul Turismo a Mantova

Home | Rubriche | Crea il tuo viaggio | Cosa Fare | Vivere Mantova Dimensione Carattere: A | A | A
Home   >   Approfondimenti

Ricerca

Data
Date
Date

Elementi correlati

Mantova, Palazzo D'Arco, esterno

Risorsa turistica: Museo di Palazzo d` Arco
Il palazzo, già residenza dei conti d'Arco, con la sua ... >>>

Seguici su ...

Visit Mantova

Comunica con noi


Call center tel. +39 0376 432 432


info@turismo.mantova.it



HTML 4.01 Strict Valido!   CSS Valido!   Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4-2004, della verifica tecnica di accessibilita'.

Collezione Malacologica

malacologica d'Arco
Ultimo aggiornamento: 29 ottobre 2020


La collezione malacologica di Palazzo d’Arco presenta numerosi pezzi ben conservati all’interno degli armadi e delle cassettiere del Museo naturalistico, alcuni dei quali ordinati secondo la disposizione progettata da Luigi d’Arco e in molti casi recanti ancora le etichette autografe del Conte. A titolo d’esempio, nella Sala di Apollo del Museo, all’interno degli scrittoi ottocenteschi, sono conservate in ottime condizioni alcune scatole in cartone decorato, suddivise in numerosi piccoli scomparti, fatte realizzare molto probabilmente da Luigi stesso: sul bordo di ogni casella, con minuscola grafia, è indicato il nome dell’esemplare lì collocato. Nello scrittoio vicino alla finestra si ritrova anche una scatola contenente alcuni campioni di uova di squalo, cavallucci marini e un pesce ago. Gli esemplari della collezione malacologica, che durante la prima ricognizione del 1995 risultavano 639, molto spesso hanno dimensioni tali da non consentire un conteggio privo di imprecisioni, pertanto, con questa prima ricognizione effettuata nell’ambito del progetto “Mantova tra Illuminismo e Positivismo”, si è pervenuti ad un computo di circa 5000 pezzi, attualmente ancora in fase di riordino. La collezione si compone di specie d’acqua dolce, oltre che marine e terricole. Per quanto riguarda le specie marine, la provenienza si colloca sia in area mediterranea, sia indo-pacifica: la raccolta presenta numerosi campioni di notevole impatto estetico - come ad esempio Turbo sarmaticus - e i numerosi e variegati esemplari di cipree e di Murex. All’interno di una delle vetrine espositive del Museo, nella sala di Seth, sono esposte 225 conchiglie: gli esemplari meglio conservati e più gradevoli esteticamente, quasi tutti di provenienza extramediterranea.



Giudizio
Non è stata raggiunta la quantità minima di voti
Vuoi essere il primo a votare questo approfondimento? Effettua il login oppure registrati per poter esprimere il tuo giudizio. Di la tua!

Ricerca Alloggi

 
 

Multimedia

1950f81e38fb2a9753f9e46adbfe6e49
PALAZZO D'ARCO
Entra nella sezione per visualizzare tutte le foto disponibili.
Itinerari
RIS_San Benedetto Po, abbazia polironiana

Ora et Labora
"Montecassino del Nord", "Cluny lombarda": due modi per definire lo ...

Sabbioneta, la città del pensiero

Sabbioneta, gli argini circondariali
opera idraulica iniziata nel XII secolo

DA VEDERE DA GUSTARE

Mantova da Vedere e da Gustare
diverse iniziative per mostrare il proprio meraviglioso patrimonio ...

Crea il tuo viaggio

Image01

Crea il tuo viaggio

Home | Ricerca | Cookie Policy | Contatti | Come Arrivare | Numeri utili | Accessibilità | MANTOVA, ... da amare, da scoprire!